mercoledì 7 febbraio 2018

Anne Perry - Assassinio sul molo

William Monk, capo della polizia fluviale della Londra vittoriana, riesce a catturare Jericho Phillips, che costringe dei bambini a prostituirsi per i ricchi signori ed è accusato dell'omicidio di uno dei suoi piccoli prigionieri. Monk e sua moglie Hester devono poi testimoniare al processo, ma si trovano davanti sir Oliver Rathbone, loro vecchio amico, il miglior avvocato di Londra. Rathbone, ingaggiato da una persona misteriosa, riesce a smontare le accuse e Phillips viene liberato. Nonostante il disprezzo generale,  la coppia non si arrende e decide di trovare un'altra accusa per arrestare Phillips... 
Nonostante i temi sempre piuttosto scabrosi, nei libri di Anne Perry non troverete mai una parolaccia o una scena spinta o qualcosa di horror. La descrizione minuziosa della Londra vittoriana ci mostra uno spaccato di vita che non si trova nei libri di storia e va dall'alta società, alla classe media, ai bassifondi: una società di perbenisti nella facciata, ma con una miriade di scheletri nell'armadio. Però purtroppo l'autrice ha un gran difetto: è prolissa. Si perde troppo in giri di parole sui pensieri dei protagonisti, rendendo la lettura a tratti tediosa. Le si perdona perché le trame sono comunque intriganti. 

2 commenti:

Tonio K. ha detto...

La trama sembra davvero avvincente e disturbante al punto giusto... ecco che finisce nella mia lista dei desideri insieme all'Alienista.

Mi piacciono le tue recensioni, e il fatto che ti accosti a letture anche, se vogliamo, scabrose e non "perbeniste" :)

Nemesis ha detto...

Son contenta che le apprezzi, a me piace recensire! :-) Se ti piacerà questo ti piacerà anche tutta la serie dell'ispettore Monk: ne ha scritto tanti e anche con altri personaggi,sempre ambientati nel passato. ;-)